tontolini va in olanda

Di come l'eroe della commedia italiana del cinema muto finisce per caso tra i canali e le piattezze dei Paesi Bassi e fra mille peripezie ne combina delle belle pur di tornare dalla sua amata, nella bella Italia dell'arte.

venerdì, novembre 17, 2006

FRA CICO CICO

Niente male questi studenti internazionali. Gente divertente, piena di interessi, aperta al dialogo e quasi sempre sessualmente attiva. Gente che si sà divertire, in altre parole, ma pure consapevole di un certo ruolo sociale che gli spetta, pregna di una certa volontà di conoscenza che caratterizza la loro curiosità. Sempre a scrivere a prendere appunti, note. Diversi dagli studenti erasmus, l'ho già scritto altrove. Comunque oggi ho pranzato con una delle mie compagne di corso. Una certa Angeliki (questo farà ingelosire a bestia kiki?), che ha apprezzato molto la semplice cucina italiana (nu piatt de pasht nge lu suche). Una ragazza simpatica. Un po' piccola in effetti. Un'altra delle mie innumerevoli ammiratrici e plausibilmente una potenziale buona amica.
Ieri sono tornato a casa letteralemte fracico. Pioveva poco, ma della pioggia che fa qui. A loro, agli olandesi, pare gli faccia il solletico. Finalmente oggi c'è stata una bella giornata di sole, dopo più di una settimana di brutto tempo. Sono stato di nuovo a Vondel Park (clikkate sul titolo BRID(G)E per andare sul sito del parco in duch). Con il sole fa sempre più freddo.

Sto studiando roba interessante e molto stimolante. Infatti faccio molta più cacca in questo periodo. Oggi è venerdì. Dovrei uscire con qualche collega internazionale. Fra un po' faccio un giro di telefonate, così vedo se riesco a farmi una birra fuori. Nel frattempo mi preparo, che alle 8 ho la piscina. Saluti e baci a tutti e grazie per gli auguri. In particolare un abbraccio a MrBrillio, che penso continuamente e a cui faccio sempre riferimanto come al faro dello studentismo internazionale. Come dice Berry, "Be Strong!" Ah... a proposito. L'altra volta ho goduto molto: c'era un tizio in bici, una vera custom bike con letteralmente una poltrona sopra, che girava per la città con questo bolide, su cui era montata una radio. Ovviamente era nerissimo e con dei lunghissimi dredd nerissimi e la musica che ascoltava a volume altissimo era per l'appunto Berry Levington. Roba da matti. Il mio idolo.

P.S.: Per chi fosse interessato vengono a suonare Anthony B / Black Star ft Den-Den & Brother Marcusad Adam il 6 dicembre: 17€ + 3 res. (altra roba la
trovate su http://www.rootsmusic.nl/AdamReggaeGuideBody.htm)
P.P.S.: Jeff Han sul titolo. Roba da matti 2. Il mio idolo 2.
P.P.P.S: Davvero una bella foto kiki! Complimenti! Sei MITTICA!

4 Comments:

  • At 7:33 PM, Anonymous kiki said…

    bella? mha vabbè mi fido di te...e sopratutto del tuo occhio!!!!

     
  • At 7:34 PM, Anonymous kiki said…

    dimenticavo.....Angeliki?????!!!!!????!!!!

     
  • At 7:36 PM, Anonymous elina said…

    un pò in ritardo, ti faccio i miei più ritardati auguri, ma di cuore.
    il formaggio l'ho già finito, e anche a tocchetti nella pasta fa paura.
    forse è un bene rimanere dove ti danno 1600 euro al mese per un dottorato (o simile), perchè qui, se tutto va bene, ti fanno fare un "focus group", dove giovani esemplari agguerriti, lottano per avere la parola, e tu ti ritrovi che è scaduto il tempo e ti chiedi: "ma io, non ero estroversa?". Vabbè... Amsterdam fa paura. Ancora grazie di tutto.
    P.S. è venuta a me la pelle d'oca... figuriamoci alla ragazza sul bri(d)ge....

     
  • At 8:43 PM, Blogger tontolini said…

    Grassie cara. La prossima volta vi ospito a casa mia. :*

     

Posta un commento

<< Home